Avis Fabriano Avis Fabriano
A Ponza con l' Avis
 

CON L’AVIS A PONZA

C'era tanta perplessità sulla riuscita di questa gita. Il pronostico è stato sovvertito alla grande.

Partenza in perfetto orario, poi dicono che i tedeschi sono i più precisi, è un luogo comune, viaggio piacevole, colazione offerta dell’organizzazione.  Alle ore 11,30 a Terracina.

Già in lontananza si vedeva svettare il nostro albergo di 20 piani di forma ottagonale, Hotel Torre del Sole, pensione ottima. Un lungomare bellissimo e attrezzato. Da farci un pensierino per una successiva vacanza.

Nel pomeriggio visita guidata alla selva del Circeo, sotto lo sguardo annoiato di Circe, la sua effige s’intravede sdraiata su tre montagne, ci vuole tanta fantasia, comunque gli antichi la vedevano così. Qualche bonaria osservazione, da parte di alcuni, per l’opportunità della visita essendo solamente un bosco. Altrettanto bonariamente ho fatto notare che il Colosseo si trova solamente a Roma, gli Uffizi a Firenze, Piazza S. Marco a Venezia, qui c’è la selva di Circe. Poi abbiamo proseguito per il lungomare di Sabaudia per osservare le caratteristiche dune.

Il mattino imbarco per Ponza. Il mare leggermente increspato, pensavamo al peggio. Arrivare a Ponza è problematico principalmente per le condizioni del mare. Giorni precedenti sono state ricoverate 5 persone all’ospedale di Ponza a seguito dei problemi avuti nell’attraversata. Il Jet è ripartito solamente alle ore 5 del mattino del giorno successivo invece che alle ore 17,15 del giorno precedente, causa le pessime condizioni del mare.

L’attraversata, durata un’ora e trenta minuti, è stata ottima nessun problema. Man mano che si procedeva nella navigazione, in lontananza si incominciavano a vedere le montagne variopinte di Ponza.

La luce. E’ stato proprio il sole protagonista del nostro viaggio. Perché quando c’è non solo vivacizza i colori, ma sembra esaltare i sapori e i profumi.

Abbiamo conosciuto grotte, piazzette, panorami mozzafiato. I gitanti si sono sparpagliati per vie, vicoli e mercati, tra bancarelle di ricordi, hanno gustato le prelibatezze gastronomiche, in modo speciale presso il ristorante “ da Angelino” dove abbiamo pranzato. Scoperta l’ospitalità di un’isola che potrebbe costituire un vasto e profumato giardino del mare. Un viaggio interessantissimo e variopinto, sotto un cielo, per fortuna, traboccante di luce.

Un doveroso ringraziamento: all’Agenzia Santini per l’assistenza tecnica e non solo, agli organizzatori  dell’Avis, ai 100 partecipanti e a quanti hanno collaborato alla riuscita di questa bellissima e ambita vacanza.

Gianfranco Pellegrini

 

|  x chiudi  |